La trasmissione Le Iene e la terapia della dottoressa Mereu

35
587
Alcune considerazioni sulla
televisione e sulla medicina alternativa
Premessa.
Di recente Le Iene sono piombate
nello studio della dottoressa Gabriella Mereu portandole un finto paralitico, e
chiedendole di curarlo. Ovviamente la cosa è andata a finire come era
prevedibile: un’intervista serrata, in cui gli operatori hanno cercato di
metterla in difficoltà e di farla passare per una ciarlatana.
L’occasione si presenta per
far conoscere la dottoressa Mereu ai nostri lettori, e per fare alcune
considerazioni sul ruolo della TV in generale, oltre che sulla trasmissione Le Iene in particolare.

La dottoressa Mereu e la terapia verbale.
La dottoressa Gabriella Mereu (il
cui lavoro si può conoscere attraverso i video su youtube, o i libri e dvd che
ha pubblicato con Macro edizioni, e consultando il suo sito http://terapiaverbale.jimdo.com/)
oltre ad essere laureata in medicina tradizionale è anche specializzata in
medicina olistica, omeopatia e grafologia.
La sua tecnica di cura di
molteplici malattie è difficilmente inquadrabile secondo gli schemi
tradizionali (come è naturale che sia, visto che la medicina olistica per sua
natura prende in considerazione l’essere umano come un insieme di corpo mente e
anima, e quindi trattando ogni paziente in modo diverso).
Nella sua tecnica si ritrovano
echi della metamedicina di Claudia Rainville, delle teorie di Hamer
sull’oncologia, delle tesi e dei metodi di Rudiger Dalke ma anche spunti che
richiamano la psicomagia di Jodorowsky, le terapie di Nardone, di Erickson, l’omeopatia,
la naturopatia, il tutto mixato e coordinato da un approccio intuitivo
assolutamente unico e personale (come è normale che sia, perché – lo si
dimentica spesso questo fatto – non sono solo i pazienti ad essere diversi l’uno
dall’altro, ma anche i medici).
L’ascolto delle conferenze di
Gabriella è illuminante per certi versi, divertente per altri. Il suo approccio
è quello di sciogliere in una risata le problematiche psicologiche che stanno
alla base del sintomo fisico e l’efficacia della sua terapia è dimostrata dalle
numerose persone, anche tra i nostri lettori, che hanno trovato giovamento da
questo tipo di terapia.
E’ sufficiente guardare su
youtube alcune delle sue conferenze per vedere quanto questo metodo sia da una
parte rapido ed ma anche efficace, perché durante questi eventi pubblici molti
malati si fanno curare i sintomi davanti al pubblico.
L’attacco mosso dalla
trasmissione Le Jene è quindi sbagliato da diversi punti di vista.
In primo luogo l’errore sta nel
fatto che i giornalisti della troupe non si sono informati prima sul lavoro
della dottoressa. Se prima di accedere allo studio di Gabriella avessero
visionato i video su youtube, forse giù questo materiale sarebbe stato
sufficiente a vedere l’efficacia e la validità del metodo seguito.
In secondo luogo l’errore è
proprio di metodo. Portare un falso malato ad una persona che cura in modo
psicologico ed olistico rende impossibile valutare realmente la serietà del professionista
perché se costui non è a conoscenza della “trappola” farà una diagnosi – quale
che sia – a cui mancherà un tassello fondamentale per la ricostruzione della
vicenda complessiva. Per una valutazione corretta gli operatori avrebbero
dovuto presentarsi con dei veri malati, magari con sintomi e problematiche
personali, disposti a verificare in prima persona l’efficacia del metodo.
Il consiglio che darei ai
giornalisti delle Iene è quindi quello di tornare dalla dottoressa,
presentandogli i propri sintomi e le proprie problematiche (se ne hanno) al
fine di valutare direttamente e senza possibilità di errore il tipo di
approccio che lei segue.
La trasmissione Le Iene e il potere della TV-
La televisione è una delle
invenzioni più straordinarie di questi ultimi secoli. Come tutti i mezzi
straordinari, l’eccezionalità dei risultati dipende molto, se non del tutto,
dall’utilizzo che se ne fa e da chi lo fa. Potenzialmente la TV ha il potere di
rendere interessante la vita di un ammalato costretto a letto nell’immobilità
per tutto il giorno; consente di divulgare in poco tempo notizie, di informare,
educare, divertire, commuovere, curare, incuriosire, aprire orizzonti… il
problema è che, invece, è utilizzato come mezzo per rincretinire le masse e
disinformare anziché elevarle culturalmente e informarle seriamente. Per questo
motivo io appartengo alla categoria di quelli che, da anni, la TV non la vedono
mai (non ho neanche l’antenna per il digitale terrestre).
Come me sono in aumento le
persone che si disinteressano completamente della televisione, perché lo
squallore e l’inutilità (o peggio la dannosità) della maggior parte dei
programmi è evidente in tutti i canali e a tutte le ore.
Eppure per la masse, continua ad
essere il mezzo di informazione preferito, se non l’unico, con il risultato che
da quando questo mezzo è nato, la maggior parte della gente vota, si informa,
si forma opinioni, solo sulla TV.
Ultimamente però è nato un altro
mezzo, ancor più straordinario della TV, idoneo a contrastarne il potere, ed è
Internet.
Oggi le persone culturalmente più
preparate si informano anche sul web, oltre che con libri e giornali, e questo
ha diminuito di molto il potere dei mass media (basti pensare che riviste come
L’Espresso o Panorama hanno calato le vendite di oltre l’80 per cento rispetto
agli anni d’oro della carta stampata e che anche i quotidiani hanno
drasticamente ridotto il loro volume di vendite riuscendo a mantenersi solo
grazie ai contributi statali).
Si è innescata una guerra con
effetti abbastanza curiosi.
Aumentando infatti il livello di
consapevolezza delle persone si è dato avvio ad una sorta di fuga dalla TV e
dai giornali main stream; questa fuga ha provocato una reazione da parte dei
media tradizionali, che sono stati costretti ad aumentare il livello di
stupidità e di disinformazione dei programmi, che ha però provocato una nuova
consapevolezza anche in persone dal livello culturale molto basso e da cui non
ti aspetteresti mai una presa di coscienza.
Capita così nei bar, per la
strada, in contesti cioè dove non ci si attende un basso livello di
consapevolezza, di sentire gente che storce la bocca di fronte a notizie come
quella dell’Airbus precipitato di recente, di fronte all’11 settembre, e che
ride di gusto di fronte alle dichiarazioni di Renzi che promette miglioramenti
salariali fino a  gente che di fronte
all’ennesima notizia sull’ISIS si fa 4 risate e dice “ah sono alle porte di
Roma? Speriamo non trovino traffico sul raccordo sennò col cazzo che arrivano”
oppure “se siete alle porte di Roma attenti alle buche, che altrimenti vi tocca
cambià le gomme e l’attacco va a vuoto”.
Spettacolari sono, in questo
senso, i commenti che ho trovato in rete come reazione alla notizia che il
pilota dell’Airbus caduto sulle alpi era depresso e si sarebbe suicidato. Segno
che la maggior parte della gente non si è bevuta la notizia e inizia a
diffidare delle fonti ufficiali.
Il potere pubblicitario della TV
è talmente grande che spesso quando un argomento è scomodo e deve rimanere
sconosciuto alle masse, si evita proprio di accennarne, perché anche il
parlarne male diventa indirettamente motivo di pubblicità o di conoscenza.
Quindi non si tratta mai di
massoneria, templari, rosacroce, 11 settembre, scie chimiche, spiritualità, e
tutti quegli argomenti cari ai complottisti.
Quanto a salute e medicina, in
particolare, si evita accuratamente di informare su meditazione, metamedicina,
omeopatia, cure alternative, salvo qualche fugace accenno per ribadire che tali
pratiche non servono a nulla.
Quando una persona o una teoria
medica diventano troppo scomode il sistema reagisce violentemente e, come è
stato fatto per la terapia Di Bella, si scatena una vera e propria guerra,
oppure si bersaglia il singolo medico (come Simoncini e Hamer, entrambi
sbeffeggiati pubblicamente e addirittura denunciati e condannati da un
tribunale).
Si creano quindi questi curiosi
paradossi: mentre negli ospedali si pratica la chemioterapia e nelle corsie si
somministrano cibi cancerogeni ai malati di tumore al fegato, all’intestino, al
pancreas, Simoncini viene condannato per omicidio colposo per aver curato col
bicarbonato un paziente terminale (e quindi in ogni caso condannato a morire
dal sistema medico ufficiale); si spendono milioni di euro per finanziare una
ricerca che spieghi il perché il cancro al fegato non reagisce bene alla
chemioterapia ma non si spende un euro per valutare il perché molti pazienti
col tumore al fegato guariscano grazie a una dieta.
E tuttavia, la disinformazione
del sistema tradizionale è sempre più evidente anche ai profani, e questi
attacchi spesso sortiscono l’effetto inverso rispetto a quello voluto, e cosi
capita che a volte un attacco mediatico si trasforma invece in una indiretta
pubblicità a qualcuno o qualcosa. Capita talvolta infatti che la gente ragioni
ormai al contrario di come faceva una volta: un prodotto è stato ritirato dal
mercato? Forse perché era troppo buono. Una persona o istituzione viene
attaccata? Forse perché è scomoda.
Clamoroso in tal senso la vicenda
di Corona, personaggio antipatico e disonesto, che però ha subito un tale
attacco da parte della TV e dei media che è diventato quasi l’emblema
dell’assurdità del sistema giuridico in cui viviamo e per reazione oggi sta
simpatico alla maggior parte della gente che prova solidarietà per lui,
rendendosi conto che il trattamento giudiziario che ha ricevuto è
sproporzionato rispetto alla gravità del fatto commesso.
Le Iene però, hanno dalla loro un
punto a favore rispetto ad altre trasmissioni e l’esempio che ha fatto prima,
della dieta che potrebbe curare i tumori al fegato, non è casuale. In questa
sede si sono infatti occupati, negli anni, di casi importanti e sacrosanti,
facendo un’opera di divulgazione straordinaria riguardo a certi temi. Solo per
quello che ci interessa ora, il campo della medicina, hanno divulgato la
terapia alimentare per il cancro al fegato, portando milioni di persone a
conoscenza del fatto che la dieta può essere una valida (e più efficace)
terapia alternativa alla chemioterapia. Il servizio, visti gli interessi in
gioco e la gravità del problema, era non solo ben fatto, ma anche coraggioso,
perché trattare un argomento del genere in TV significa andare incontro ad una
marea di guai.
L’episodio ha comunque dimostrato
la buona fede delle Iene e il tentativo di fare del programma un mezzo di
informazione nel senso letterale del termine.
Vedremo quindi in che modo
dipingeranno l’immagine di Gabriella e cosa diranno.
Quel che è certo è che non tutto
il male verrà per nuocere, e per quanto potranno parlarne male, probabilmente si
innescherà una polemica su Internet, destinata a far conoscere a un numero
sempre maggiore di persone le teorie e le tecniche di Gabriella.
Restiamo quindi in poltrona ad
assistere al match che si svolgerà tra le due parti, nella consapevolezza che
comunque andrà, ne uscirà vincitrice Gabriella; perché, come ha detto il
sindaco di Resana di recente, se ci sono due stanze, una buia e l’altra alla
luce, e si apre la porta che comunica tra le due, la luce arriva alla stanza
buia, ma non il contrario.

35 Commenti

  1. Sono pienamemnte d'accordo.. e la dottoressa merita il giusto riconoscimento sia per gli studi e l'impegno che mette nella ricerca, sia per il grande cuore che muove i suoi nobili intenti!… Forza Gabriella! <3

  2. Che poi, ognuno è responsabile del proprio corpo e ha il sacrosanto diritto di curarlo come vuole e pure di non curarlo, se decide…
    L. C.

  3. La Dottoressa Mereu è un medico che unisce alle sue notevoli competenze mediche, sensibilità e umanità straordinarie. Non mi intendo di programmi televisivi perché non li guardo, ma, se le Jene generalmente propongono programmi di senso, questa volta hanno sbagliato clamorosamente.
    Sono solidale con la Dottoressa Mereu.

  4. "Capita così nei bar, per la strada, in contesti cioè dove non ci si attende un basso livello di consapevolezza" penso che volessi dire il contrario qui.

    Quando va in onda questa puntata?

    La tv da parecchio tempo è diventata davvero una cosa allucinante, ci sarebbe da scrivere interi volumi sugli effetti negativi che produce. Ogni cosa che (intra)vedo alla tv mi suscita mille riflessioni (rigorosamente "complottiste").Ma credo, mi auguro, che ogni tanto, proprio per quanto fa schifo, possa sortire l'effetto di far nascere qualche "complottista" in più.
    Lo scrivo tra virgolette perché 'sta parola proprio non mi cala, è PNL al massimo.

  5. E te pareva, Franceschetti!!!
    Ogni sera prima d'addormentarmi prego il mio angelo custode che interceda per me presso il consiglio d'amministrazione della RAI che mi conceda l'uso della prima rete per una settimana, e sono certo che l'Italia diverrà antropocratica, nonostante lei creda che la TV non abbia più forza plagiante.
    Al contrario il progetto citato è presente in rete fino dagli esordi di questa, senza alcun apprezzabile risultato.
    A differenza di tutte le organizzazioni più o meno occulte da lei elencate che operano nell'ombra e nelle cavernosità sociali e facilmente "suicidabili" con sistemi più o meno risibili, in ordine al numero dei partecipanti trascurabile rispetto alla massa degli umani, proprio grazie alla visibilità dello schermo ed alla sua immediatezza sono pronto a scommettere con lei qualsiasi cosa che inverando la mia prisca proposta otterrei immancabilmente il risultato. Alla facciaccia dei "poteri forti"!!!!! Vorrei vederli suicidare qualche miliardo di persone, nonostante ci siano dei rincitrulliti, specialmente nel web, che attribuiscono loro potenzialità e mezzi illimitati. Mi sto' scompisciando dalle risate.
    Quanto a Gabriella non ho più memoria del momento in cui ne ho fatto conoscenza.
    I "giornalisti" delle Jene dovrebbero frequentare le aule dei tribunali penali dove vengono giudicati i medici in possesso della relativa laurea che lo stesso stato che li condanna per abuso della professione in titolo a suo tempo aveva loro rilasciato anche con lode, se esiste qualcosa di più demenziale sfugge al mio orizzonte cognitivo.
    R.G. Hamer stesso è stato condannato per abuso della professione medica, sic! Ri-sic! Ultra-sic!!!!!!
    Il finto ammalato affacciatosi fronte alla Mereu può ritenersi fortunato, chissà con che patologia sarebbe uscito da uno qualunque degli studi dei medici cosi detti ufficiali.
    Ad majora.

  6. Non credo che tutte le Jene siano in buona fede, alcuni servizi di Giulio Golia mi lasciano perplessi, tipo quelli dei preti pedofili, in cui è nascosto sia il luogo che il viso del prete. Inoltre alcuni servizi sono "opportuni", ad esempio i servizi sul bullismo prima della riforma della scuola…Sebbene penso che molte Jene lo siano, alcuni produttori del programma non credo siano in buona fede

  7. Il furto d'idee è, fra gli italiani in particolare, consuetudine. Il caso Tartaglia è emblematico. Se questi seguono l'esempio della seconda commentatrice che non distingue la ricerca dalla certezza, il risultato è assicurato.
    A questo punto sarebbe interessante sapere qual'è la posizione del Franceschetti rispetto a quanto divulgava fino a poco tempo fa.

    Il cappellaio dal naso di vetro

  8. Le Iene non solo non sono mai state in buona fede, ma sono fedeli leccaculo schiavetti del sistema come chiunque entri dentro la scatola chiamata TV.

    Continuo ad essere caparbiamente convinta che ad ogni livello di coscienza corrisponda il livello giusto di cura dalle malattie, quindi demonizzare la chemioterapia e' ridicolo. C'e' chi deve attraversare quella esperienza, facciamoglielo fare, chi mai saremo noi per cercare di cambiare il karma di chiunque altro se per la maggior parte siamo schiavi del nostro!!!

    La dottoressa Mereu, come Hamer, Simoncini, Di Bella, Vaccaro, Lazaeta non sono per tutti, anche se loro chiaramente vorrebbero che il loro messaggio arrivasse a quante piu' persone possibile, ma la verita' e' che non saranno MAI per tutti. Per fortuna.

  9. Anna come se dice a Roma:
    karma cor karma !!

    su quali basi dici che hamer ecc non sono per tutti ? se puoi essere più esplicita grazie.

    Credo comunque che nel ventaglio di possibilità debbano essere presenti, credo che chi si batte per questo sia nel giusto, che siano una nicchia rispetto alla massa forse è vero, ma solo perchè finora non c'è stata molta alternativa, anche madre teresa e ghandi la pensavano su altre argomentazioni in questo senso, madre teresa pare che curasse i suoi malati in condizioni pessime, ghandi invece pare non volesse istruzione per tutti , io credo che la sofferenza non sia inutile, ma la sofferenza inutile vada evitata, se la malattia è un messaggio del corpo all'anima, credo che una volta acquisita questa consapevolezza la malattia vada sempre e comunque debellata

    jj

    p.s. Andretta questa volta sono pienamente d'accordo con lei, non vedo l'ora di vederla al posto del pessimo Fazio, pregherò anch'io in tal senso il mio angelo custode

  10. Franceschetti, se anche l'internauta che si firma jj condivide la mia proposta è certo, che una volta attuata, ognuno la consapevolizza, escluso quelli del M5s che sono particolarmente duri di cervice.

    Signora Anna, chi siamo noi per stabilire chi è all'altezza o pronto a seguire una cura e chi no?
    Sarà un piacere rileggerla.

  11. @anna 6aprile2015 09:56

    Anna, pensa che… se il Sistema (e la regia occulta che da innumerevoli secoli lo dirige) la facesse finita di rompere il cazzo all'umanità (o meglio ancora, se non l'avesse mai fatto!) le esperienze karmiche che le persone si troverebbero a dover attraversare sarebbero (di sicuro) tutt'altro che esperienze di malattia. Pensa che meraviglia…
    Concordo in pieno su "i fedeli schiavetti leccaculo che bazzicano la scatola magica chiamata TV".
    Un saluto affettuoso a Franceschetti!

  12. La Mereu è quella che afferma in ogni sua conferenza e senza peli sulla lingua che tutti i problemi delle donne li causa e li ha causati l'uomo, il maschio (in genere con la sua assenza e disinteresse), scatenando una guerra facile fra i sessi.
    Ha preso a piene mani da Jodorowsky e soprattutto Watzlavik, professionista di fama mondiale che lei non cita mai.
    Nelle sue conferenze "cura" (si convince di curare) con pochi secondi di dialogo (di solito 2-3 domande), schernendo il paziente in maniera indelicata.
    Se il paziente dice che non sente nulla di diverso con la sua terapia lei risponde "ti ho curato e basta, anche se dici di no".
    Non sembra proprio sana di mente e Le Iene hanno fatto bene a smascherarla. Da qualche parte ho letto che ha risposto che Le Iene la hanno ipnotizzata… pensa quanto ci sta con la testa…

  13. JJ ha scritto:

    "su quali basi dici che hamer ecc non sono per tutti ? se puoi essere più esplicita grazie."

    Beh ma lo sono stata mi pare. Ho scritto che ad ogni livello di coscienza corrisponde il suo livello di cura, e aggiungo di guarigione. Ergo, Hamer e i medici che propongono una visione olistica dell'uomo e dei suoi sintomi- a proposito, la "malattia" non esiste, vi conviene informarvi BENE su cosa e' l'igienismo naturale e le malattie iatrogene- non potranno MAI essere per chi crede che si muoia di cancro anziche' di intossicazione da chemio. Un tizio chiamato Padre Taddeo di Wiesent usava dire che "non si muore di alcuna malattia ma di sangue guasto."
    Ma di nuovo, ad ognuno il suo karma.

    @ Anonimo 7 aprile 19:32

    Hai mai pensato che il sistema che ci fa tutto questo esiste proprio perche' a livello karmico dobbiamo attraversare questo inferno? E che e' il pianeta Terra ad essere strutturato cosi' per volonta' universale?
    Lungi da me giustificare tutto cio' e sono la prima, ormai l'ho detto fino alla noia ma lo ripeto, ad essere schifata dal genere umano, dalla vita terrena cosi' come e' strutturata e da tutto cio' che e' l'esistenza umana su questo pianeta ormai sfinito, ma so anche che non esiste via d'uscita. Ci hanno fregato con la reincarnazione, e a meno che non troviamo il modo di rinascere su pianeti a livello avanzato di coscienza, o di smettere di farlo del tutto, siamo fregati per l'eternita'.

    @ Andretta

    Io e Lei infatti siamo vegani. A rileggerla.

  14. ..E che e' il pianeta Terra ad essere strutturato cosi' per volonta' universale?..

    poi concludi con:

    Ci hanno fregato con la reincarnazione

    E' esattamente dove volevo arrivare, cioè quest'ultima tua frase nega la tua precedente che ho citato, mi spiego meglio, siamo sicuri che la volontà che ha strutturato così la terra sia quella universale e non qualcosa d'altro ? Non ci hanno fregato con la reincarnazione, bensì ci hanno fregato "la reincarnazione" condividendo con questo il post @ 7 aprile 2015 19:32.
    Cara Anna anch'io sono in parte schifato da un umanità cattiva o quantomeno indifferente ma come ben dici sta solo a noi essere artefici di quel nostro cambiamento che si porta dietro per osmosi in qualche modo quello altrui. Poi inevitabilmente c'è chi sordo e cieco non fà altro che metterci i pali fra le ruote, ma da bravi unni si dovrebbero prendere quei pali e darglieli in testa !

    Andretta for president, quelli del m5s sono come i new agers, a volte dopo anni di cazzate iniziano a capire qualcosa, percorso speculare a quella sinistra-verde che dà grossi segni di senescenza e demenza senile, passata dall'artigianato della caciotta bio e del cuoio alternativo a business manager delle coop-corporations

    l'ho sempre pensato, sarebbe stato meglio restare contadini democristiani piuttosto che prendere cantonate con tutti gli arruffapopolo che si sono succeduti negli anni dai retini ai margheritini ai leghini ecc, almeno i democristi rubavano il 3% e qualcosa facevano, quelli dopo sono passati subito al 10 e poi al 20%, adesso provate a fare i commessi nei negozi coop e arrivare a fine mese con quella paghetta, ma poi devo ancora capire ma ste coop sono ancora rosse o alla fine è vero che se le sono comprate i gesuiti ?

    mdd se non fossi di sinistra saresti perfetto 😉

    buonanotte

    jj

  15. La Dottoressa Mereu sta iniziando a diventare molto scomoda per l'ordine dei medici e per le case farmaceutiche… MA QUANDO MAI INSEGNI A TUTTI,BELLI E BRUTTI, COME AUTOCURARSI???
    E il medico non ha piu' voce in capitolo??? Non è piu' oro colato cio' che dice.??… Oddio ho i mezzi e la responsabilità per curarmi COME VOGLIO IO??? Naaaaa
    lE IENE tra l'altro sono a Mediaset quindi fanno schifo a prescindere!!!.
    Pubblicità in piu' per G.Mereu!!!

  16. Caro JJ,

    Forse le due frasi che ho scritto possono sembrare in contraddizione tra loro, e forse lo sono davvero, ma credi che il risultato cambi?
    Se anche come dici tu qualcuno ci ha fregato la reincarnazione (senza il "con"), pensi che l'abbia potuto fare perche' la volonta' Universale e' ostaggio di quel qualcuno da tempo immemorabile? Ovvero la Coscienza Universale lascia che entita' demoniache, che le vogliamo chiamare alieni o demoni poco anzi nulla cambia, controllino la reincarnazione di noi poveracci senza fare nulla perche' meno potente di loro? No caro, la verita' e' un'altra: tutto quello che passiamo su questo pianeta e il sistema che fa tutto questo, sono stati voluti esattamente cosi' come sono, e questo fin da ben prima che noi iniziassimo a esistere come anime intrappolate in corpi "umani". Perche' questo pianeta e cio' che ci vaga sopra disperato ("umano" ed animale, piante e ogni forma di vita) deve passare da questo poiche' e' stato creato per questo. E non esiste la speranza o via d'uscita, quella dei credenti per intenderci che di spirito e anima nulla sanno ne' comprendono, che hanno se non altro il contentino del giorno del giudizio post mortem che tutto risolvera', perche' questa JJ e' una storia che non si risolvera', almeno finche' l'essere umano non si estingue. E anche in quel caso verranno trovati altri modi per intrappolare noi povere anime (posto che io non credo che tutti abbiamo un'anima. Siamo tutti spiriti nella materia, ma l'anima come diceva SOF non ce l'hanno tutti e Gurdjieff diceva che proprio nessuno ce l'ha ma va costruita) affinche' il ciclo eterno su questo pianeta continui. Il nostro karma planetario, collettivo ed individuale sembra essere questo, ma accetto smentite supportate da fonti certe.

    Siamo fregati JJ, e se il sistema esiste non e' un caso, ma un catalizzatore affinche' nel nostro piccolo possiamo evolvere…e per evolvere non intendo un risveglio che a mio avviso solo rarissimi uomini arrivano a sperimentare, ma quel tanto che basta a capire che viviamo in un'illusione, un incubo dal quale solo noi con le nostre forze possiamo svegliarci, capendo finalmente le regole di questo gioco al massacro e provando a ribaltarle, anche solo per vedere che succede.

    A rileggerti.

  17. Una semplice precisazione, egregia Anna, tutte le cose che vivono hanno un'anima, altra cosa lo spirito, questo è il corpo più sottile a cui può accedere un uomo.
    E' ridondante credere che coloro che non nascono naturalmente possano essere vissuti dallo spirito.
    Sarà un piacere.

  18. Egregio Andretta,

    Nel ringraziarLa per la precisazione, le rispondo che forse ha ragione, eppure non sono convinta che tutto cio' che vive abbia un'anima. Mi riferisco alla specie "umana". Lei lo crede davvero, intendo nella sua esperienza di vita quotidiana?
    Per cio' che vedo e vivo io, la maggior parte della gente se un'anima ha come Lei dice, la nasconde benissimo dove non batte il sole e ce l'ha talmente incastrata li' da non riuscire mai piu' a tirarla fuori, nemmeno andando con regolarita'.
    Mi scuso per la metafora coprologica ma rende bene l'idea.

    Preferisco la compagnia del regno vegetale, minerale ed animale.

    A rileggerla.

  19. Distinta Anna, se l'essere umano non avesse l'anima non si muoverebbe e vivrebbe come un minerale.
    Come le avevo già suggerito altra cosa è possedere lo spirito, non bisogna cadere nell'illusione di considerare umano qualsiasi essere vivente ammantato di fisicità, così non è.
    Chi non è dotato di chiaroveggenza per poter sincerarsi della presenza dello spirito nell'uomo/donna può sempre farsi aiutare dalla kinesiologia.
    Con simpatia.

  20. La maggioranza degli esseri fintamente umani e' al di sotto del minerale, Andretta, e lo sappiamo entrambi perfettamente. Almeno il minerale tace.

    Dubito serva la chiaroveggenza per capire che la specie umana e' del tutto inutile, posto che io la definisco fisica quantistica e nulla di "paranormale", avendo io determinate capacita' erroneamente definite "extra sensoriali", ma che tali sono solo per gli zombie inanimati che vagano sul pianeta usando a malapena 5 sensi.

    Ergo, di nuovo, preferisco compagnie di altre specie evolute, tipo alberi, fiumi, rocce e animali.

    Saluti.

  21. La Dott.ssa sarà anche laureata in medicina tradizionale è specializzata in medicina olistica, omeopatia e grafologia e magari le sue cure sono anche efficaci e ritenute "scomode" alla medicina ufficiale, però non deve affermare di riuscire a curare malattie infilando medagline della Madonna in parti intime.
    Questa non è nè medicina ufficiale nè medicina alternativa, è solo presa in giro di Anna Marchiana memoria

  22. Ma si, se vi ammalaste di qualcosa di veramente serio, andreste a farvi curare dalla Mereu?
    Meglio ancora, affidereste vostro figlio gravemente ammalato esclusivamente a lei?
    Fatelo se siete coerenti. Buona fortuna.

  23. Ma vi siete bevuti il cervello? Credete veramente di guarire infilandovi una medaglietta nella vagina? Quindi per curare La Poliomelite, la broncopolmonite o il diabete, la dottoressa cosa fa? Usa il pendolino la medaglietta i fiori di back e questo che sostenete?

  24. Io mi vergogno di abitare in un paese dove si permette di mandare in onda trasmissioni cosi'POVERE di contenuti,con giornalisti che pensano di fare SCHERZI a medici,anche se sono medici dai quali non si farebbero mai curare (questi bei giornalisti seri!!!).Queste trasmissioni non si vedono nelle tv di altri Paesi piu'evoluti del nostro:vedi Germania,Francia e mettiamone pure altri.Sarebbe meglio che parlassero di quei bei veleni che ogni giorno ci propinano con le scie chimiche,o il loro cervello e' gia' stato colpito?Fa piu' danno la Terapia Verbale della dott.Mereu o i veleni che ci buttano addosso,o sono fantasie anche le scie chimiche???Dopo questo show delle iene sono sempre ancora piu' certa che sono sulla strada giusta seguendo la Mereu, non mi fiderei mai di persone che deridono medici e fanno finte recite peggio dei bulli.

  25. Sono pienamente d'accordo con quanto dici…è vergognoso e ignobile vivere in paese alla deriva dove ci ammazzano con tutti modi possibili e nessuno muove un dito … e poi si fa la guerra ad un medico che studia e ricerca per il bene dell'umanità! … ma cavolo siamo in un paese libero e allora perché ognuno non fa quello che vuole senza criticare gli altri!…. chi non riesce a capire la Dottoressa Mereu può civilmente continuare a curarsi con la medicina allopatica …nessuno lo vieta…mma abbiate il buon senso di non criticare quelli che vogliono curarsi in modo diverso!… Libertà! …. ma forse questaè una parola grossa…. c'è ancora troppa ignoranza in giro e su questo che giocano i poteri forti e ci manipolato alla grande!!!!

  26. Soffro di epilessia e una come la mereu che mi accusa di essere un esibizionista mi offende nel profondo.
    Non capisce nulla di medicina.
    Continuate a infilarvi medaglie nella vagina che guarirete.

    • Da medico VERO tutta la mia comprensione e stima, non si affidi mai a questi cialtroni

      @Vittoria Carola
      No quello che fa imbestialire è che voi insultate gli ammalati, che abbiate dei figli che rischiate di uccidere e che potreste plagiare, se tu ti ammalassi di cancro, sei più che libera di infilarti tutte le medagliette che vuoi negli orifizi e morire entro 3 mesi, ma se si ammala tuo figlio di 4 anni? NON hai il diritto e la libertà di ucciderlo con i fiori di bach, questo NO

  27. La condizione di malato a volte è una convenienza… probabilmente fa comodo restare in questa condizione e ed è più semplice dire che gli altri sono ciarlatani e non capiscono niente!…. cmq è una libera scelta! …. buona vita!….

  28. Non esiste una medicina tradizionale e una alternativa. Esiste la medicina, che è tutto ciò che dimostra scientificamente di avere effetti benefici su un paziente. Il resto sono solo chiacchiere.

  29. Ho visto il video alle Iene. Quindi sono andato a vedere tutti i convegni su internet e a leggere i libri della dottoressa.
    Posso dire, da osteopata, che i metodi della Merau rientrano in modo completo nelle terapie olistiche.
    Il suo modo di fare terapia è colto, studiato e a tratti rasenta il geniale.
    Ma tra genio e pazzia il passo è breve. Quindi ora , dopo il servizio delle Iene, la dottoressa dovrà fornire prove medice concrete.
    Certamente non alle Iene che l'hanno trattata come una criminale ma alla comunità medica. Se queste prove , come afferma la dottoressa,esistono. Potremmo essere davanti ad una nuova era della medicina.
    PRIMA DI SCREDITARE,COME HANNO FATTO LE IENE, BISOGNA STUDIARE,CAPIRE E VALUTARE I RISULTATI. Cosa che le iene , a mio modesto parere, non hanno fatto facendo terrorismo e trattando una ricercatrice(certo battagliera) come una "MARCHI" qualsiasi.
    QUESTO NON È GIORNALISMO SANO IENE.

  30. Questa dottoressa mereu come fa a guarire la pararlesi con le parolacce o a dire chi ha il parkison trema perchè è timido?

    Va bene le cure alternative ma queste sembrano cure assurde

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here