Europa e immigrazione. Come si costruisce un nemico

Analizzare la storia di ieri per capire la storia di oggi

4

Europa. L’Unione ieri e oggi.

1. L’unione oggi. 2. L’unione ieri. 3. Il nazionalismo. 4. Come si costruisce un nemico.

Indietro

1. Premessa.

Per capire fatti di oggi (l’immigrazione e la reazione xenofoba, la crisi economica, il ritorno del nazionalismo a fronte di un’Europa che avanza sempre più facendo perdere fette di sovranità ai vari stati) occorre avere non solo il quadro d’insieme, ma anche il quadro degli eventi del passato, per capire come la storia si ripeta con modalità sempre identiche.

L’Unione oggi

E’ il 13 dicembre 2007 quando a Lisbona viene firmato il Trattato che istituisce l’Unione Europea.
Il progetto, il sogno di un nuovo ordine che serva a regolare i conflitti e distribuire equamente le ricchezze tra le nazioni perché non si debbano più ripetere gli orrori e le stragi del passato, pare raggiunto. A più di 50 anni dal primo passo, dalla nascita della CEE, l’Europa è finalmente unita.

Eppure, sin da subito, sono in molti a rilevare come l’Unione Europea appena nata abbia ben poco in comune con il progetto europeo originario (1), mentre insigni economisti, tra cui due premi Nobel (2), avvertono dei pericoli che quell’unione meramente valutaria (3) e fondata sulla «libera concorrenza senza distorsioni», ovvero: «quel libero mercato in cui chi è più forte, in termini commerciali, è libero di annientare il più debole», rappresenta per il futuro dell’Europa. Ma la loro voce resta inascoltata, e l’8 agosto del 2008 il Parlamento italiano ratifica il Trattato e l’Italia è tra i paesi fondatori, ma per lo storico evento, il più rilevante dopo l’Unità d’Italia, nessun festeggiamento, la nuova Europa sembra senz’anima…

Ad aggravare ulteriormente la situazione, nel 2008 la bolla finanziaria esplode in tutta la sua virulenza, il libero mercato mostra in tutta la sua drammaticità, e con i fatti, di non sapersi autoregolamentare, mentre la neonata Unione Europea pare assolutamente inadeguata ad affrontare il problema e le sfide della globalizzazione.
Ma, nonostante ciò, Bruxelles continua nella sua corsa e, in pochi anni, pur di far aderire alla Unione Europea un numero sempre crescente di paesi, al Trattato si aggiungono Protocolli (4) di ogni genere che, nei fatti, stravolgono i concetti base di eguaglianza tra gli stati creando disparità difficili da gestire. (5)

La delusione per una Unione che disattende il progetto originario, i rapidi mutamenti causati da una globalizzazione che pare tutelare più il profitto che gli uomini, la nuova minaccia del terrorismo ed una sempre più imponente immigrazione, porta ad una vera e propria crisi di pensiero nei cittadini europei che, incapaci di far rallentare il ritmo sbalorditivo del cambiamento, si trovano a dover affrontare una realtà che li spaventa.
Nel passato, infatti, dato che le paure erano percepite come locali e concrete, si aveva l’impressione di poter fare qualcosa per prevenirle; oggi la sensazione è di non poter controllare più nulla, da soli, in tanti o collettivamente (6) con la naturale conseguenza che, in tutta Europa, riconquista consensi il nazionalismo. Perché naturale conseguenza? Perché quando gli individui tendono a perdere i loro punti di riferimento, una delle risposte più frequenti consiste nel ripiegarsi su quella che credono essere la loro identità comune, così da far fronte alla situazione che li disorienta (7). Nascono numerosi partiti politici e movimenti a sfondo sociale che formulano programmi intesi a una trasformazione attiva della società secondo i precetti nazional-patriottici, e i politici vengono accusati dall’elettorato di aver venduto la patria e di aver ceduto la sovranità ad un organismo extraterritoriale, sovranazionale ed indipendente che sta portando il paese allo sfascio.

Continua a leggere l’articolo cliccando su “successivo”

Indietro

4 Commenti

  1. Interessante l’ articolo e molto apprezzabile l’ analisi socio-politica e gli intrecci masse e potere, economia capitalista distruzione delle relazioni sociali e creazione di di artificiali identità fentando contemporaneamente insicurezze e paure costruite e l’ osservare che la storia non si ripete di per sé ma solo quando la si ignora o c’è ne si dimentica.
    Un unico appunto: Gobbels è morto suicida nel bunker della Cancelleria, Hermann Göering fu interrogato processato e al fine giustiziato a Norimberga. Sarebbe meglio correggere perché anche una sola inesattezze anche del tutto ininfluente può riuscire devastante per chi vorrebbe negare l’ intero discorso e sue conclusioni.

  2. bisogna tuttavia considerare il problema della Xenofobia o Misoxenia, o Antixenia, [per riprendere Modalità espressive vigenti, ma per altri Soggetti], e meglio, che esiste mutualmente, e, delle Campagne politiche [la Religione istituzionalizzata, dell’una o dell’altra Cultura (cfr.Lingua in cui la Rivelazione, o Svelamento come specificherebbe Carpeoro, del relativo Libro sacro è stata ispirata), è nient’altro che un, ulteriore, Partito politico, fra altri più cosiddetti laici (di cui le Rivelazioni, v. sopra, ”mein Kampf” per la Destra e ”il Capitale” per la Sinistra)] xeofobe, misoxeniche, antixeniche, mutuale [brevemente: c’è la Fobia o Paura irrazionale dei, p. Es. Bianchi verso i Neri come la Fobia dei Neri verso i Bianchi, e la Dinamica si complessifica o si diversifica, ma resatando Filofoba (Amica della Fobia), nella Filo- verso le Persone della stessa Razza (v. p. Es. Colore della Pelle, Continente o Terra/Suolo geograficamente collocato, di Origine) ma -fobia verso gli stessi che abbiano adottato una Cultura diversa (dalla propria), v. Cultura istituzionalizzata (la cosiddetta Educazione alla quale, è Indottrinamento) quale Forma di Appartenenza politica]; insomma si vada dove si vada [e/ma lo si deve/può notare, osservare, please (invece di ignorarlo, volontariamente o non)] si trovano quelli che amano [Attrazione] sé e chi è come loro, e odiano [Repulsione] chi è diverso da sé, [e sono i Sadici, così si dimostrano comportamentalmente verso il Diverso], oppure quelli che amano l’altro e odiano sé [i Masochisti], oppure quelli che amano sia sè che il prossimo diverso da sé [quelli che praticano l’Agape, Amore universale, impersonale; gli Ottimisti], oppure, quelli che odiano tutti [sè e il prossimo: Nichilisti oppure, Misantropi, o i Pessimisti, e/ma come diceva qualcuno magari “i Pessimisti sono Ottimisti, razionali”], sicché prima di lanciare la Pietra [cfr. Lapidazione] contro l’Europa, da Parte extraeuropea [specialmente attualmente, se è ben compreso: da Parte africana], è bene considerare se non sarebbe poi necessaria l’Applicazione della cosiddetta Legge del Taglione [da Parte europea contro, l’Extraeuropa], perché la -fobia, o la Miso- è mutuale, [mentre vorrei (qui) aggiungere una Nota sulla Legge del Taglione (di cui ha parlato Paolo Franceschetti relativamente ai cosiddetti Omicidi rituali), e meglio, che piuttosto che ”Dente per Dente” e ”Occhio per Occhio” (alla quale M. K. Gandhi ha consigliato di resistere, perché sennò ”si finisce tutti ciechi”), si tratta di qualcosa di complesso, per cui p. Es., se si difendono gli Schiavi (eventualmente dalla Tirannia dei Padroni potenti prepotenti) si finisce schiavizzati (invece del ”Dente per Dente” ma anche latinamente ”do ut des”, p. Es. ”difendi e sarai difeso”, come è detto avvenire secondo Legge spirituale cosiddetta karmica oppure dharmica, ”ciò che fai ti verrà fatto”, si verifica un ”difendi e sarai attaccato”, e meglio, ”quel che fai al Potente”, prepotente, ”il Potente”, prepotente, dall’altro o dal basso della sua Posizione, di Potere o Forza prepotente, ”farà a te”; insomma, il Debole o cosiddetto o considerato ”Perdente” perché impotente, anche innocente perché senza Prepotenza, risulta perdente, anche metaforicamente parlando ”perdente un Dente” o ”perdente un Occhio”, aldilà di quello che ha, p. Es. di Bene, di Benefavorente o di Malerepellente, amorevole, architettato, fabbricato, prodotto, mentre il Forte o cosiddetto o considerato ”Vincente”, al nostro Mondo umano/disumano, cfr. p. Es. il Documentario ”Earthlings”, risulta vincente o salvo anche metaforicamente ”si è salvato sia un Dente che un Occhio”, aldilà di quello che ha, p. Es. di Male, di Malefavorente o di Benerepellente, odioso, architettato, fabbricato, prodotto)]. Felicità dentro-fuori ad ognuno e la Luce che è Dio, das lebendige Licht, Prabhasvar, Od gsal, en Sof Aur, Noor ‘ala Noor, ma Hikari, zhen Guang, animi-guidi, ispiri-protegga ognuno, ovunque-sempre.

  3. altra Modalità di applicazione della Legge del Taglione [interpretata secondo le loro Modalità] da Gruppi di Potere prepotente verso Avversari [percepiti] oppure, Persone che rivelano segreti di Misticismo che loro desiderano mantenere privati a loro esclusivo Uso e Consumo [così è capitato verso Mary Violeth Firth, Antoine saint-Exupéry, un Rav chassidico, altri], per quanto siano Principii della Scienza spirituale universale a Disposizione originale di ciascuno [poi privatizzati o considerati privati, dai Gruppi prepotenti di cui sopra, ed in Modo arbitrario] è diffamare la Vittima, spacciandola per Fannullone quando Lavora, Ladro quando è Generoso, Esoso per sé quando è Ristretto per sé, Demone quanto è Santo, altro; e penso che in questo Senso [Significato e Direzione] quale Gruppo, è coinvolto il cosiddetto P1 di cui parla o ha parlato, accennando, Carpeoro, e che sta verosimilmente dietro a Gruppi [pure potenti e prepotenti] più vistosi, p. es. P2 come dice Carpeoro, ma entrambi influenti parimenti, e gli uni di cosiddetta Sinistra, gli altri di cosiddetta Destra, altri invece sono cosiddetti Neutri rispetto a Sinistra e Destra [questo a dire che ogni Gruppo, per quanto dovrebbe seguire Ideali originali a Beneficio proprio ed altrui, quando istituzionalizzato o, organizzato, diventa prepotente <- e questa è l'unica Conclusione da ritenere, e da considerare, ovunque-sempre, aldilà di Nomi, Orientamenti particolari, altro, collocato nello Spazio-Tempo]. Felicità dentro-fuori a ognuno.

  4. e anche, secondo la ”Legge del Taglione” interpretata a Piacimento dai Gruppi di Potere prepotente e nei Confronti dei Dissidenti o Oppositori o Riformatori, o Persone indipendenti, [i cosiddetti ”Pesci vivi che nuotano contro Corrente”, mentre son quelli morti che la seguono], è che di rivolgere contro l’Oppositore [confabulando fra loro, fabbricando Menzogne per difendere o proteggere loro stessi, come si suol dire ”insabbiando la Verità” promossa dal Riformatore e che rivelerebbe la loro Disumanità o Prepotenza, e diffamando la Persona indipendente per annientarla disonestamente] l’Accusa che l’Oppositore [oppone] loro [pone verso di loro o contro di loro: magari nemmeno richiamando o nominando loro, ma che sia un’Accusa che anche solo indirettamente li concerne o, per la quale loro si sentono chiamati in Causa], oppure [come già detto precedentemente] sottoponendo l’Oppositore all’Abuso [per cui l’Oppositore ha criticato loro, già applicato da loro verso altri, che l’Oppositore ha inteso difendere: cfr. Advocacy in favore delle Vittime, innocenti], e come forse da sempre è stato nella Storia dell’Umanità, sembra che loro siano più numerosi dei pochi Oppositori o Riformatori [molti sono quelli si affiliano a Gruppi di Potere prepotente e pochi sono le Persone indipendenti o che restano tali; chissà se la Teoria dei Gruppi sanguigni e dei Rhesus sanguigni non indichi proprio chi siano i molti o tanti, e/versus chi siano i pochi]; Bene dentro-più-Forza fuori a ognuno, ovunque-sempre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here