Forme d’Onda – puntata 21. Tarocchi, sapienza universale: con Paolo Franceschetti

5

I Tarocchi sono uno strumento di divinazione e al tempo stesso un percorso iniziatico. Racchiudono la simbologia e la sapienza che scorrono in tutte le tradizioni esoteriche e spirituali: da quella egizia a quella rosacrociana, da quella sufi a quella cabalistica, da quella zingara a quella templare. In questa puntata è nostro ospite Paolo Franceschetti, con cui affrontiamo un viaggio nell’affascinante e misterioso mondo dei Tarocchi, scoprendo la loro origine e il loro significato.

Ascolta “Forme d’ Onda – Paolo Franceschetti – Tarocchi: Sapienza Universale – 29-03-2018” su Spreaker.

 

 

Leggi anche: I Tarocchi, origine e simbologia

I tarocchi. Origine e simbologia.

5 Commenti

  1. sarò breve: Tarocchi legati al Percorso qabalhistico, e Qabalah c’è quella napoletana,

    di cui in questo Articolo viene svelato qualcosa di storicamente molto associato alla Popolazione o Società civile

    [mentre in altri Contesti, la Qabalah p. Es. è esercitata da Élites extraordinarie], e meglio, trattavasi di una Congrega con quel Nome che dominava il Settore della Pittura sacra [e nel quale Ambiente sono stati commessi degli, verosimilmente, Omicidi rituali (come li chiamerebbe Paolo Franceschetti)] http://cosedinapoli.com/curiosita/la-cabala-napoletana/ [copio-incollo infine] ,

    sicché con questo ci si collega alla Numerologia e Simbologia [propria dei Tarocchi], e restando in Napoli [storicamente], ci si può riallacciare a ”la Smorfia”, di cui è spiegato anche in Wikipedia,

    [ed essa si ricollega strettamente all’Interpretazione di Parole, associandole a Numeri, (di cui in altri Contesti è nota la cosiddetta ”Gamatria”, la qual viene spiegata, senza menzionarla esplicitamente, nell’Articolo in Wikipedia)],

    e sembrano tutti essere Strumenti usati per l’Evoluzione coscienziale [v. Amore universale; ma che come ogni Strumento può anche venire usato per Scopi involutivi, v. Egotismo],

    cosicché ci si può anche riferire agli Insegnamenti del Maestro spirituale Michael Omraam Aivanhov, che spiega come ogni Evento sia l’Embodiment o Incarnazione di una Struttura sottostante, soggiacente [esprimibile in Termini numerici; l’Evento in sé invece, può essere descritto in Termini fenomenologici; come se il Numero fosse il Seme, mentre l’Embodiment l’Albero fiorito e fruttificato,

    e probabilmente ogni Numero si riveste di una Forma diversa, dipendentemente dal Contesto in cui si trova],

    e questo è un Invito a meditare sulla Luce che è Dio, cosicché si esprima il più possibile, e di farlo ognuno [ovunque si trova e in qualsiasi Posto], sicché ognuno possa esprimerla nel Modo in cui è supposto esprimerla [”ognuno è unico e prezioso”, ”ognuno è diverso dall’altro”, ”ognuno ha un Senso o una Direzione per cui è stato concepito e forgiato”,

    nonché, l’ Scopo dell’Esistenza è l’Evoluzione (Elevazione di sè sempre più, dallo Stato di Minerale immobile, a quello di Vegetale immobile ma moventesi, a quello di Animale o Bestia mobile e moventesi, a quello di Umano mobile e moventesi e ragionante, a quello di Angelo verosimilmente mobile e moventesi magari volante e ragionante e sempre meglio ragionante, eccetera)],

    e su questi Temi e magari collegandosi a quelli già trattati di Paolo Franceschetti [Omicidi] potreste riferirvi a Gianfranco Pecoraro [che se ben ricordo ha detto o è detto venire da Napoli],

    ed infine o tanto per cominciare e per restare a Livello più sociologico, di Società, potreste interessarvi a quelle Organizzazioni che agiscono, per quanto in Backstage, o dietro le Quinte, a Livello monopolistico [Gruppi organizzati],

    di cui la Cronaca ci dice e non dice, con cui le cosiddette Istituzioni pubbliche o lo Stato è in Combutta ed in Alleanza, che si dicono Private ma poi dominano il Pubblico oppure, che si dicono [nate per] salvaguardare il Pubblico [ma poi salvaguardano gli Interessi del Privato <- v. Lotta fra Sé divino ed Ideali o Mondo delle iDee, degli iDei, iDeali, Verità, e Mondo spirituale, metafisico, et fra Ego terreno e Concretezza, Realtà, Mondo temporale e mondano,

    che esiste sia a Livello collettivo che, individuale (da cui la necessità di costante Lavoro su di sé, per emanciparsi dalle Morse o dalle Tentazioni del Mondo dell'Ego, o del Buio, e invece, lasciarsi guidare ed esprimersi secondo, le Virtù o Qualità del Mondo divino, o della Luce che è Dio)],

    E COME HA GIÀ DETTO APULEIO NE IL SUO ''ASINO AUREO'', AVVICINARSI AI MISTERI CON SINCERO INTERESSE [COSÌ SI RESTA PREMIATI] INVECE CHE CON CURIOSITÀ MALIZIOSA, [SENNÒ SI RESTA PUNITI],

    proprio come avvicinarsi al Fuoco dello Zoroastrismo [con Reverenza per restarne beneficati , v. Illuminazioni-illuminanti, sennò con Impertinenza si resta maleficati, v. Bruciature]

    Felicità dentro-fuori ad ognuno, ovunque-sempre, e la Luce che è Dio animi-guidi, ispiri-protegga ognuno.

    • e qui su Napoli si parla del famoso ”Miracolo di san Gennaro” che, alla Luce del Mentalismo di cui parla Gustavo Adolfo Rol [torinese <- se è vero o falso], assieme a Giuditta Dembech

      [li cito assieme; siamo a Pasqua o Pesach e all'Equinozio di Primavera, sicché l'Equilibrio, anche fra Presenze maschili e femminili, va favorito (e l'Equilibrio è salubre, salutare, anche secondo le Tradizioni medicali tradizionali, p. Es. greco antica oppure, asiatiche, v. cinese e indiana)],

      non sembrerebbe più essere alcunché di miracoloso [ma Opera mentalista pura],

      https://www.tio.ch/estero/attualita/1234778/san-gennaro–il-miracolo-si-ripete ,

      [e siccome ho citato i 2 verosimilmente torinesi, ricordo anche che parlando di Mentalismo hanno ricordato che piuttosto dell'Azione, p. Es. mentalista, (Strumento), è importante considerare i Perché (la si compie), e lì bisogna ricollegarsi ai Principii-e-Fini di cui già detto nel Commento precedente p. Es.,

      ovvero, che siano la Luce che è Dio, ''ed il suo Regno e la sua Giustezza'', (come da definirebbe il Maestro M. O. Aivanhov)];

      Felicità dentro-fuori ad ognuno, ovunque-sempre e la Luce che è Dio animi-guidi ognuno, ovunque-sempre.

    • sicché sugli Omicidi rituali si potrebbe dunque concludere che, essi siano degli Atti propiziatori, proprio come un Tempo è detto, accadeva sugli Altari delle Piramidi, sacrificando l’appuntato Capro espiatorio per beneficiare poi di qualche Vantaggio [espresso], propiziandosi l’Intervento degli Dei [forse anche Demoni, bisogna approfondire: Mauro Biglino spiega questo Procedimento, spiegando che a quegli Dei o Demoni piace l’Odore della Carne abbrustolita, sicché concedendogliene essi concedono Favori (modificando Eventi in modo propizio per chi chiede l’Intercessione:

      però lo Scotto da pagare per il Favore ricevuto è l’Omicidio commesso, il Sacrificio cruento praticato, o magari Sacrifici propri che verranno richiesti successivamente, dal Deva cosiddetto benefattore interpellato; ad ogni Modo questa Modalità di agire più che dharmica sembra karmica, e chi agisce in quel Modo appesantisce il suo Destino anziché alleggerirlo,

      v. p. Es. Codice di Hammun Rabi, mi pare, in cui il Defunto deve testimoniare di non aver commesso alcun Crimine né Peccato, incluso a Livello di Atti, di Sentimenti, di Pensieri, e di Coscienza, per poter accedere la Paradiso, sennò niente, Limbo o Inferi, o Reincarnazione <- diversa dalla Liberazione che equivale al Raggiungimento della Buddhità o Cristità, anche Parallelismo di Purezza d'Animo, Innocenza, cfr. aHimsha del Jainismo)],

      perciò a chi ricerca sugli Omicidi rituali o altri Fatti di Cronaca sospetti, bisogna che piuttosto che concentrarsi sull'Accadimento in sé, oltre a quello si concentri sulle Notizie di Attualità, chi p. Es. avanza [magari in Ambito politico o altro, in Ricchezza materiale, altro], sicché si potrebbe creare un Collegamento fra Sacrificio diciamo offerto [Omicidio] e Beneficio [karmico] ricevuto,

      mentre per Sacrifici dharmici e Benefici dharmici, rifarsi alla Meditazione, al Lavoro su di sé ispirato dalla Luce che è Dio e, orientato alla Luce che è Dio, e rifarsi a Benefici che siano favorevoli per sé e per il prossimo contemporaneamente [''o tutti o nessuno'' <- così si mantiene il Concetto di Wholeness, Holiness; Integrità, Santità,

      congruente con il Paradiso (v. sopra)].

      Felicità dentro-fuori ad ognuno, ovunque-sempre e la Luce che è Dio animi-guidi ognuno, ovunque-sempre.

      • diventa anche evidente così, perché qualcuno ha già ventilato che gli Ambienti sensibili [contenenti Materiali spesso usati per Fabbricazioni magiche, p. Es. Escreti umani o Liquidi umani o altro, p. Es. (ahimé, ahinoi), Bambini o simili],

        siano soggetti a compiere Misfatti [p. Es. cattivo Uso di Donazioni di Sangue, Abusi (p. Es. ahimé ahinoi sessuali) su Persone impossibilitate a fuggire, altro],

        e questo per propiziare quello o quell’altro Individuo o Gruppo o Istituzione,

        e siccome non ho o non si ha alcuna Idea di come emanciparsi da quei Malfattori, basti l’Informazione [ragionata],

        e a chi trova una Via d’Uscita, di Salvezza, la proponga [”a Course in Miracles” propone di meditare sulla Luce che è Dio, e di invitare anche (i Malfattori) a farlo (sicché diventino Benefattori globali)].

        Bene dentro-più-Forza fuori a ognuno e la Luce che è Dio animi-guidi ognuno, ovunque-sempre.

  2. Condivido il pensiero di Paolo quando afferma che le carte riflettano l’inconscio. Personalmente ritengo che le carte fotografino il presente della persona e dove quel presente sfocierà nel futuro. Faccio un esempio personale: in una autolettura usci’ la torre ed io non capivo perché; apparentemente andava tutto bene, il lavoro era ottimo e finanziariamente non c’erano problemi. Tornato al lavoro mi arrivo’ una raccomanda in cui venivo licenziato; ma il motivo mi fu poi chiaro; io avevo imboccato nel profondo quel percorso, anche se apparentemente le cose in superficie funzionavano bene. Il vantaggio è che si puo’ modificare una parte del futuro, non quello piu’ immediato, cambiando atteggiamento di vita ed andando, citando Vadim Zeland, in un’altra variante, questo è, secondo me il significato del libero arbitrio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here