Border Nights – puntata 272 (Giuditta Dembech, Paolo Rumor, Pietro Orsatti)

4

Inizio di trasmissione come sempre con Federica Francesconi e Paolo Franceschetti: si parla di lavoro.
Primo collegamento della serata con Giuditta Dembech, che ci racconterà le scoperte e le eredità del grande Gustavo Rol. Scrittrice, giornalista, teosofa e divulgatrice, è stata vicina a Rol per 25 anni.
Nella seconda parte sarà con noi Paolo Rumor, autore insieme a Giorgio Galli e Loris Bagnara di “L’altra Europa – Miti, congiure ed enigmi all’ombra dell’unificazione europea”, con cui parleremo delle origini occulte dell’Unione Europea. Paolo Rumor è nato a Vicenza nel 1946 dove vive. Ha svolto la professione di avvocato. È figlio di Giacomo Rumor, noto uomo politico vicentino, personalità di primo piano nella ricostruzione del secondo dopoguerra.
Stefania intervista il giornalista Pietro Orsatti, con cui parliamo della strage di Portella della Ginestra, avvenuta il 1° maggio 1947 in Sicilia: la prima strage italiana dopo la nascita della Repubblica. Orsatti è autore del libro “Il bandito della guerra fredda”, in cui vengono analizzati la figura di Salvatore Giuliano e il ruolo di vari poteri internazionali e dei servizi segreti soprattutto americani in quella che fu la prima di una lunga serie di stragi di Stato, atte a destabilizzare la politica e la società italiane.
Completeranno la puntata la ruota libera con Paolo Franceschetti, la scheda del Maestro Di Dietrologia e l’angolo di Barbara Marchand. Per Vetrina BN spazio questa sera all’associazione SalusBellatrix.
Per intervenire: redazione@bordernights.it

Ascolta “Border Nights, puntata 272 (Rol raccontato da Giuditta Dembech, Paolo Rumor, Pietro Orsatti 01-05-2018)” su Spreaker.

Buon ascolto!

4 Commenti

  1. Molto interessante.

    “La mia Guida
    piazza di nascosto
    stabili pietre
    nel fiume,
    in modo che io possa
    attraversarlo…
    …e siede allegramente
    in disparte
    ad osservare
    la mia scelta.
    (cit. da “Il bacio di Guida”)

    • Ho postato ciò prima ancora di ascoltare la trasmissione.
      Mi piace l’ironia. 🙂
      Seriamente: adesso mi ascolto la puntata #272 con tutto il rispetto!

    • Il Principe Azzurro
      scese da cavallo e abbracciò
      la Principessa.
      “Grazie mio amato Principe…”
      disse la Principessa,
      “ero proprio stanca di camminare.
      Ora mi farai salire sul tuo cavallo
      e mi porterai al Castello Incantato.”

      “No, cara Principessa”
      rispose il Principe Azzurro,
      “tu proseguirai a piedi,
      perché io non sono quello
      che ti eviterà la fatica,
      ma quello che ti indicherà
      una direzione.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here