L’Umbria Mistica di San Francesco. Viaggio spirituale dal 30 novembre al 3 dicembre

0

L’Umbria Mistica di San Francesco

 

30 novembre – 1/2/3 dicembre 2018

 

San Francesco è ricordato da tutti come il “poverello di Assisi” o “il giullare di Dio”. L’immagine che ci è stata tramandata di questa figura è in parte falsa e in parte tesa a sminuirne il valore a causa di una cultura cattolica che ha cercato di distorcerne la figura per dipingerlo come un umile servo della Chiesa. In queste giornate ne scopriremo invece un volto diverso: egli era, infatti, molto più che un uomo semplice votato alla povertà e alla castità. Il suo movimento presentava molte affinità con quello dei Templari e dei Catari (la stessa madre di San Francesco era Catara) ed ebbe anche un profondo dialogo con l’Islam ed il Sufismo.  Anche il successore di San Francesco, Frate Elia, lungi dall’essere un semplice frate, era consigliere politico e alchimista di Federico II, che pare fosse il vero finanziatore dei Francescani e della basilica gotica di San Francesco in Assisi.

Conosceremo quindi un San Francesco diverso, capace di far risuonare il suo vero messaggio fino ai giorni nostri: un messaggio di pace e amore, alla ricerca di una vera spiritualità, fuori dagli schemi imposti dalle religioni ufficiali. Un percorso di conoscenza di una figura storica, che può essere utile alla nostra ricerca spirituale, quale che sia la strada personale di ciascuno.

Durante questo viaggio approfondiremo anche la storia dei Catari e dei Templari, per scoprirne il vero messaggio, attuale ancora oggi.

 

Venerdì 30 novembre: LA VERNA

Partenza da Udine in pullman alla volta di La Verna, uno dei luoghi sacri più rilevanti del francescanesimo, situato all’interno del parco nazionale delle Foreste Casentinesi. Si visiterà il Santuario, che, incastonato nella roccia ed avvolto dalla foresta, custodisce numerosi tesori di spiritualità, arte, cultura e storia, ed è un importante meta di pellegrinaggio. Il Monte la Verna fu un luogo prediletto da San Francesco per la meditazione, sede di numerosi e prolungati periodi di ritiro, e fu proprio qui che il 17 settembre del 1224, durante uno dei suoi consueti periodi di silenzio e preghiera chiese a Dio di poter partecipare con tutto il suo essere alla Passione di Cristo, mistero di amore e dolore. Il Signore lo ascoltò e gli donò le stimmate, che unite all’esempio di vita, sono il bene più prezioso che Francesco consegna ai frati della Verna e a tutti coloro che la visitano.

Sistemazione in hotel e piccolo incontro informativo guidato da Paolo Franceschetti.

Cena e pernottamento in hotel.

 

Sabato 1 dicembre: ASSISI

Intera giornata dedicata alla visita di Assisi. Dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO è di origini molto antiche. I primi insediamenti risalgono all’età del bronzo, in epoca romana fu un sito fiorente e successivamente ebbe l’influenza del dominio dei Goti e dei Longobardi. La città è unica, ricca di un fascino particolare, dato non soltanto dai monumenti peraltro imperdibili, ma anche dall’atmosfera che la storia e la fede per San Francesco hanno contribuito a rendere speciale. A lui è dedicata la splendida Basilica, uno degli emblemi della cristianità, situata sul monte Subasio dal quale domina l’intera vallata. Oltre a essere un forte richiamo per milioni di fedeli, la Basilica è anche un complesso monumentale di grande spessore artistico. Si compone di due chiese sovrapposte e di una cripta con la tomba del Santo. Fu eretta da frate Elia, e a causa della sua magnificenza è considerata da molti un tradimento al valore morale di San Francesco e uno spregio agli ideali di povertà da lui seguiti. In realtà vedremo come la Basilica, eretta in stile gotico italiano, cela alcuni dei segreti sulla spiritualità e sul vero messaggio di San Francesco. Lungi dall’esserne un tradimento, nasconde invece alcune fondamentali indicazioni utili a non smarrire e a consolidare gli insegnamenti di questo Santo. Scopriremo che grazie alla Basilica, oggi egli parla ancora a chi è pronto a recepire il suo messaggio. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

 

Domenica 2 dicembre: LA SCARZUOLA / CORTONA

Trasferimento a Montegabbione, mattina dedicata alla scoperta del borgo di La Scarzuola. Seminascosta, protetta dal verde e dagli sguardi indiscreti, la Scarzuola è un luogo magico, esoterico, misterioso ed affascinante nel quale ci si immerge quasi per caso e da cui si esce non solo suggestionati, ma profondamente trasformati.  Il convento costruito da San Francesco con la scarza (la pianta palustre da cui deriva il nome del luogo), fu acquistato nel 1957 dall’architetto Tomaso Buzzi che lo scelse come luogo perfetto per ospitare la sua città ideale: un gioiello architettonico interamente in tufo che è la metafora perfetta di un viaggio mistico-esoterico attraverso la storia umana, nell’incessante ricerca della verità. Percorrendo i vari monumenti, collegheremo il messaggio di San Francesco a quello che il costruttore ha volutamente nascosto nelle varie tappe del percorso.

Trasferimento a Cortona, che con la sua architettura tipicamente medievale, gli antichi palazzi, i vicoli stretti e acciottolati, le piccole botteghe artigiane e le trattorie tipiche, fanno di questa località uno dei più suggestivi borghi etruschi. Oltre al Duomo in stile romanico, spicca la Chiesa di San Francesco, in tipico stile francescano, sorta in ricordo del Santo e dei suoi soggiorni in città. Nelle vicinanze di Cortona, troveremo l’Eremo Le Celle di Cortona, luogo di grande spiritualità, famoso per avere a lungo ospitato San Francesco. Si visiterà la cella di san Francesco, ricavata dalla roccia e votata alla massima austerità com’era nello stile del santo assisiate.

Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

 

Lunedì 3 dicembre: GUBBIO

Trasferimento a Gubbio e visita alla città, affascinante e indimenticabile, adagiata alle falde del Monte Ingino. Gubbio è tra le più antiche città dell’Umbria, meravigliosamente conservata nei secoli e ricca di monumenti che testimoniano il suo glorioso passato. Testimonianza delle sue antiche origini sono le Tavole Eugubine, uno dei più importanti documenti italici ed il Teatro Romano situato appena fuori le mura. Tra i capolavori architettonici che simboleggiano e richiamano la potenza di questa città-stato medievale, si visiteranno il Palazzo dei Consoli e la chiesa di San Francesco, in assoluto una delle prime chiese costruite in memoria del santo di Assisi. Questa città, che ospitò per qualche tempo San Francesco, è anche la sede del famoso episodio del “lupo di Gubbio”, da molti considerato falso o comunque metaforico a causa della sua inverosimiglianza. Sarà l’occasione per trattare meglio il concetto di miracolo e di magia, e approfondire il messaggio non solo di San Francesco, ma di tutti i santi, alcuni ancora viventi, che da sempre ci parlano anche tramite i loro miracoli.

Nel pomeriggio partenza per Udine con arrivo previsto in serata.

 

Il viaggio sarà condotto da:

Paolo Franceschetti. Avvocato, docente di materie giuridiche, ha pubblicato libri e articoli di materia giuridica (diritto civile, penale e amministrativo), per poi specializzarsi dapprima come legale nel settore dei delitti esoterici e approfondire l’influenza della Chiesa Cattolica nella storia contemporanea e passata per poi iniziare uno studio approfondito delle dinamiche pratiche, sociali ed esoteriche di alcuni delitti di matrice massonica e cattolica. Sucessivamente ha volto il suo sguardo verso una visione più interiore, introspettiva e più spirituale della vita, interessandosi di tematiche umanistiche di ben più ampia portata. Tra i suoi lavori si annoverano pubblicazioni che descrivono il ruolo della Massoneria e dellle religioni nel sistema contemporaneo. Da anni tiene conferenze e conduce gruppi di ricerca esoterica in Italia e all’estero.

 

==============================

 

Sistemazione delle tre notti presso strutture alberghiere a 4* o di qualità equivalente.

 

Quota di partecipazione per persona euro 690,00;

– Supplemento camera singola euro 90,00 (per intero periodo);

– Camera tripla adulti su richiesta senza riduzioni.

 

La quota è comprensiva di:

– 3 pernottamenti con sistemazione in camere doppie standard con servizi privati;

– trattamento mezza pensione;

– trasferimenti in pullman privato Gran Turismo dotato dei principali confort, come da programma;

– accompagnamento del gruppo a cura del dott. Paolo Franceschetti;

– assicurazione medica/bagaglio.

 

La quota non è comprensiva di:

– pranzi;

– eventuali ingressi;

– eventuale sistemazione in camera singola;

– bevande e caffè extra.

 

Viaggio a numero chiuso effettuabile con un minimo di 10 persone.

Il programma e l’ordine delle visite potrebbero subire delle modifiche per motivi organizzativi senza alterare la qualità dei servizi.

 

Info e prenotazioni presso Libreria Perlanima – Udine

mail: libreriaperlanima@libero.it

tel. 0432 1482067

 

 

Organizzazione tecnica AbacoViaggi s.r.l. REA 236389. Estremi polizza asscurativa: RC professionale UnipolSai Spa n°150387157″ P.IVA 0290253027

 

 

http://www.libreriaperlanima.it/libreria_esoterica_udine/156/l’umbria-mistica-di-san-francesco

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here