Il tema natale di maghi, veggenti, e maestri spirituali

1

 

  1. Premessa.
  2. Il transito composto.
  3. Maghi, streghe, veggenti, e maestri spirituali.
  4. Esempi pratici.
  5. Teoria.
  6. Esempi pratici di temi natali (Yogananda, Aurobindo, Crowley, Madre Meera)
Indietro

1. Premessa.

NB. L’articolo è molto tecnico, quindi destinato a chi ha almeno alcuni rudimenti di base dell’astrologia.

Come ho scritto nel mio articolo precedente “Karma e astrologia”, il mio interesse per l’astrologia non è mai stato rivolto a problemi del tipo “di che segno sei” o “dove hai la Luna” o “vediamo dove hai Venere per vedere se siamo compatibili”.

Ho cercato di capire, invece, il tema natale e i cosiddetti “transiti” delle persone straordinarie, con un karma e un destino altrettanto straordinari, avendo constatato che, per alcune delle persone che conoscevo (ma anche per alcuni dei personaggi del passato che più amavo), la maggior parte degli astrologi non riusciva a capirci nulla, come se sfuggissero a una precisa collocazione.

Per i miei amici alludo a maghi, streghe, veggenti, oppure persone con un karma particolare, dalle caratteristiche eccezionali.

Per le persone del passato che più amavo alludo a Yogananda, Osho, Wayne Dyer, Aurobindo, ma anche personaggi del presente, ancora in vita, come Madre Meera o Amma (i cui temi analizzeremo a fine articolo).

C’era qualcosa nel loro tema natale e anche nei loro transiti, che non era inquadrabile secondo schemi ordinari; non bastava, cioè, consultare i libri di Ciro Discepolo (peraltro straordinari e precisissimi da questo punto di vista) per capire il significato di un transito di Saturno o di Giove; perché tali persone sembravano e sembrano insensibili a questi transiti.

E di me stesso, constatavo che alcuni astrologi, anche bravi, non ne imbroccavano una.

Come ho scritto nel mio precedente articolo, molte di queste differenze dipendono da un problema di karma e di percorso spirituale.

C’è, però, un altro punto da prendere in considerazione, che manca nei vari libri di astrologia: il problema dei cosiddetti transiti composti.

Indietro

1 commento

  1. ….e non dimenticare il tema natale di Osho in cui c’ era una concentrazione incredibile di pianeti in un unico segno Capricorno opposti al solo Plutone. Io non ho mai letto nulla di piú alto di Osho. Mi ero fatto l’idea che al di là dei transiti positivi o negativi questa unione portasse unione interiore dove tutto va in una direzione e c’é ordine silenzio accordo:il silenzio che lui trasmetteva. Trovo questo articolo molto interessante, e faró ricerche sull’ autore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here