“Così fan tutti”: intervista a Radio Gamma 5

8

“Così fan tutti – Analisi e sviluppi della planetaria abdicazione al pensiero critico: verso un nuovo totalitarismo mondiale?”

Intervista a Radio Gamma 5 andata in onda lunedì 19 luglio 2021 nella trasmissione “Appunti di antroposofia e mondo altro”

con Piero Cammerinesi, Paolo Franceschetti, Piero Priorini

 

8 Commenti

  1. Per Franceschetti: è vero che non siamo stati mai completamente liberi, ma fino al 2020 eravamo come animali in una riserva, in pratica dentro la riserva eravamo animali liberi, e come tali vivevamo in famiglie e comunità (branchi). Il 2020 è l’anno dove gli uomini smettono di vivere in riserva, relativamente liberi, e iniziano a vivere in gregge, ecco perché non ci devono essere più famiglie né differenziazione sessuale (i pastori, dopo lo svezzamento, mandano gli agnelli femmina nel gregge ma i maschi vengono prima castrati). Ecco perché è morto Libero (Di Rienzo), perché libero è morto.

    • c’è lo Stato al posto della famiglia , ci vogliono tutti sotto la loro grande serra dal fetore di mille tombe scoperchiate di stato.

  2. Apocalisse 12
    1 Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle. 2 Era incinta e gridava per le doglie e il travaglio del parto. 3 Allora apparve un altro segno nel cielo: un enorme drago rosso, con sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi; 4 la sua coda trascinava giù un terzo delle stelle del cielo e le precipitava sulla terra. Il drago si pose davanti alla donna che stava per partorire per divorare il bambino appena nato. 5 Essa partorì un figlio maschio, destinato a governare tutte le nazioni con scettro di ferro, e il figlio fu subito rapito verso Dio e verso il suo trono. 6 La donna invece fuggì nel deserto, ove Dio le aveva preparato un rifugio perché vi fosse nutrita per milleduecentosessanta giorni.
    7 Scoppiò quindi una guerra nel cielo: Michele e i suoi angeli combattevano contro il drago. Il drago combatteva insieme con i suoi angeli, 8 ma non prevalsero e non ci fu più posto per essi in cielo. 9 Il grande drago, il serpente antico, colui che chiamiamo il diavolo e satana e che seduce tutta la terra, fu precipitato sulla terra e con lui furono precipitati anche i suoi angeli. 10 Allora udii una gran voce nel cielo che diceva:
    «Ora si è compiuta
    la salvezza, la forza e il regno del nostro Dio
    e la potenza del suo Cristo,
    poiché è stato precipitato
    l’accusatore dei nostri fratelli,
    colui che li accusava davanti al nostro Dio
    giorno e notte.
    11 Ma essi lo hanno vinto
    per mezzo del sangue dell’Agnello
    e grazie alla testimonianza del loro martirio;
    poiché hanno disprezzato la vita
    fino a morire.
    12 Esultate, dunque, o cieli,
    e voi che abitate in essi.
    Ma guai a voi, terra e mare,
    perché il diavolo è precipitato sopra di voi
    pieno di grande furore,
    sapendo che gli resta poco tempo».
    13 Or quando il drago si vide precipitato sulla terra, si avventò contro la donna che aveva partorito il figlio maschio. 14 Ma furono date alla donna le due ali della grande aquila, per volare nel deserto verso il rifugio preparato per lei per esservi nutrita per un tempo, due tempi e la metà di un tempo lontano dal serpente. 15 Allora il serpente vomitò dalla sua bocca come un fiume d’acqua dietro alla donna, per farla travolgere dalle sue acque. 16 Ma la terra venne in soccorso alla donna, aprendo una voragine e inghiottendo il fiume che il drago aveva vomitato dalla propria bocca.
    17 Allora il drago si infuriò contro la donna e se ne andò a far guerra contro il resto della sua discendenza, contro quelli che osservano i comandamenti di Dio e sono in possesso della testimonianza di Gesù.
    18 E si fermò sulla spiaggia del mare.

  3. Daniele 12
    1 «In quel tempo sorgerà Michele, il grande capo, il difensore dei figli del tuo popolo; vi sarà un tempo di angoscia, come non ce ne fu mai da quando sorsero le nazioni fino a quel tempo; e in quel tempo, il tuo popolo sarà salvato; cioè, tutti quelli che saranno trovati iscritti nel libro. 2 Molti di quelli che dormono nella polvere della terra si risveglieranno; gli uni per la vita eterna, gli altri per la vergogna e per una eterna infamia. 3 I saggi risplenderanno come lo splendore del firmamento e quelli che avranno insegnato a molti la giustizia risplenderanno come le stelle in eterno.
    4 Tu, Daniele, tieni nascoste queste parole e sigilla il libro sino al tempo della fine. Molti lo studieranno con cura e la conoscenza aumenterà».

  4. Purtroppo non precipitano solo gli angeli, ma anche gli autisti a Capri, dov’è la famosa Villa San Michele.
    Meditate, gente, meditate.

  5. È successo il 22 luglio, giorno di Santa Maria Maddalena.
    Che possa pregare per noi e ci aiuti a fare penitenza e a pregare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here